Collaborazioni con aziende

0

Le imprese del territorio sono destinatarie privilegiate nell’ottica delle politiche attive per il lavoro e possono ricevere i benefici di concrete azioni programmate appositamente al fine di essere sostenute e accompagnate nel percorso di accoglienza di un lavoratore appartenente alle fasce deboli del mercato del lavoro, sfruttando le opportunità che il Servizio può loro offrire gratuitamente.

 

CONSULENZA:

⇒ per informazioni relative al collocamento di persone svantaggiate o disabili;
⇒ per informazioni relative al tema della Responsabilità Sociale di Impresa;
⇒ per un’analisi ergonomica del proprio luogo di lavoro, fisico o sociale;
⇒ per costituire un rapporto diretto con le cooperative sociali del territorio sfruttando, per le aziende soggette ad obbligo, le opportunità offerte dagli art. 11 e 12 della L. 68/99 e dall’art. 14 della L. 30/03. Le imprese possono, infatti, assolvere all’obbligo di assunzione di personale disabile anche attraverso l’assegnazione di commesse di lavoro alle cooperative sociali.

 

SELEZIONE DEL PERSONALE:

⇒ per ricevere segnalazioni di candidati sulla base delle specifiche esigenze dell’azienda;
⇒ per attivare percorsi di inserimento al lavoro mediato e mirato tramite percorsi di tirocinio, garantendosi con ciò un congruo periodo di osservazione, conoscenza e formazione sul campo del candidato prima della formalizzazione del contratto di assunzione. L’attivazione di percorsi di tirocinio  a favore di persone disabili esonera la realtà produttiva, se soggetta, dall’obbligo di assunzione per la durata degli stessi.

 

MEDIAZIONE E ACCOMPAGNAMENTO:

⇒ per l’inserimento lavorativo, mediato da personale qualificato, attraverso la garanzia della presenza degli operatori nelle fasi fondamentali del percorso di inserimento e comunque ogni qual volta se ne ravvisi la necessità.

 

Le imprese sono invitate a portare il loro attivo contributo per lo sviluppo territoriale:

  • offrendo il loro fondamentale e peculiare punto di vista al gruppo di coordinamento per l’inserimento lavorativo al fine di concorrere in maniera congiunta alla programmazione e realizzazione di interventi ed azioni in tema di occupazione;
  • accogliendo aspiranti lavoratori nel proprio gruppo di lavoro in qualità di tirocinanti anche senza successiva disponibilità all’assunzione.